Telegram
Gruppo FB

The Falconeer, dal 5 Ottobre su Stadia

The Falconeer, dal 5 Ottobre su Stadia

Sul Blog ufficiale di Stadia è uscita un’intervista a Tomas Sala, sviluppatore di The Falconeer che uscirà il prossimo 5 Ottobre. Vi riportiamo quindi la traduzione dell’intervista per scoprire qualcosa di più di questo gioco che deve ancora compiere il primo anno di vita!

Ciao Tomas, puoi presentare te stesso e The Falconeer?

Negli ultimi anni ho lavorato per creare The Falconeer che verrà lanciato su Stadia il 5 ottobre! Questo è un gioco di combattimento aereo open world nominato ai BAFTA ambientato in un universo fantasy/steampunk in cui le persone possono cavalcare giganteschi warbirds (i Falconieri titolari) e altre creature fantasy. Il gioco presenta un vasto mondo, aperto all’esplorazione calma e atmosferica, ma può essere rapidamente interrotto da combattimenti aerei ad alta intensità contro una moltitudine di nemici e veicoli.

Cosa scopriremo giocando a The Falconeer?

L’Ursee è un oceano gigante e infinito che definisce il mondo di The Falconeer, dominando le vite delle persone che vivono sui suoi radi affioramenti rocciosi. Ma questo non è solo un oceano, contiene anche una storia di innumerevoli generazioni delle varie fazioni del mondo. In The Falconeer, i giocatori possono sperimentare quattro campagne principali di una fazione diversa, che portano tutte la stessa storia e il conflitto principale a una conclusione drammatica.

Esplora il mondo aperto per scoprire la sua storia antica, partecipa ai peccati della pirateria e di altri predoni e tuffati alla ricerca di relitti o mercanti di scorta, ma tornerai sempre alla tua fazione per continuare e prendere parte alla loro epica lotta.

Come funziona il combattimento tra rapaci giganti in The Falconeer?

Il combattimento non è diverso dai combattimenti tra cani dell’era della prima guerra mondiale; devi manovrare il tuo warbird dietro i tuoi bersagli per abbatterli. L’uccello da guerra è più agile di un aereo, però può rotolare e schizzare via dal tuo mirino. Ci sono anche molti tipi di armi disponibili nel gioco, comprese quelle incentrate sull’infliggere danni da schizzi, perforanti, quelle con un alto tasso di fuoco o danno e così via. Lavora per sbloccare uccelli da guerra più avanzati o aggiorna il tuo uccello esistente con mutageni per aumentarne la velocità, l’agilità, l’autoguarigione e altre statistiche. Quelle stesse statistiche migliorano anche quando sali di livello dal combattimento.

Finora hai rilasciato diverse espansioni per il gioco, tutte incluse nel lancio della “Warrior Edition” su Stadia: cosa apportano queste espansioni alla storia e al gameplay in The Falconeer?

La più grande aggiunta è la varietà di nuovi contenuti secondari da scoprire ed esplorare nel mondo aperto, come supportare le immersioni sui relitti per trovare tesori… o mostri marini! Ci sono anche nuove trame da giocare che includono le loro catene di missioni e pezzi epici, come vivere la vita dei pirati e sorvolare il vasto oceano di Ursee.

Alcuni altri punti salienti dei contenuti aggiuntivi inclusi per impostazione predefinita in The Falconeer: Warrior Edition su Stadia:

  • Nuove armi e capacità come il Burst Guided Rocket o la Shocklance, che è simile a un’arma autoguidata ma incorpora danni da schizzi ai nemici vicini.
  • Nuove cavalcature da sbloccare come il drago volante, lo pterosauro e il Fenix.

Cosa c’è di eccitante per te nel portare il gioco su Stadia?

Il Falconeer è stato costruito da zero per essere giocato a 60 FPS e, con l’incredibile tecnologia cloud che alimenta Stadia, sono entusiasta che i giocatori possano sperimentare quel gameplay fluido sui loro schermi. È un modo trasformativo di guardare alla consegna del gioco, specialmente per uno sviluppatore solista come me.

Hai qualche consiglio o consiglio per i giocatori che giocano a The Falconeer per la prima volta?

Innanzitutto, direi che The Falconeer è un gioco che racchiude un mondo aperto e complesso di fazioni e tecnologia, quindi capire tutto nel mondo e la nostra storia richiederà tempo. Preparati per alcune rivelazioni e colpi di scena nei capitoli successivi!

Il secondo consiglio che darei sarebbe di sapere che The Falconeer si rifà ai giochi di combattimento aereo arcade del passato, con un’esperienza di combattimento tra cani in stile stick rovesciato. Per stare dietro ai tuoi nemici, dovrai rotolare, tuffarti e prepararti a scatenare le tue armi per colpirli da dietro. Fortunatamente, c’è la mira assistita per aiutarti, ma i principi fondamentali del combattimento aereo sono lì per imparare e divertirsi.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments