The Division 2: la lotta per la sopravvivenza inizia ora

The Division 2: la lotta per la sopravvivenza inizia ora

The Division 2 è videogioco di genere open world e action RPG. Il gioco è stato pubblicato il 15 Marzo 2019, per console e PC, inoltre è disponibile anche Google Stadia. Questo capitolo è il sequel di The Division.

Trama The Division 2

Sette mesi dopo l’epidemia di Green Poison, diversi agenti della divisione stanno difendendo un insediamento civile da un attacco di banditi quando la rete SHD, il sistema che controlla la loro tecnologia avanzata e le comunicazioni a livello nazionale, si spegne improvvisamente.

Il giocatore quindi riceve una richiesta di soccorso della divisione da Washington DC quando una nuova e più grande forza inizia ad attaccare l’insediamento. Su richiesta di un altro agente, abbandonano la battaglia per rispondere alla chiamata.

L’agente protagonista arriva a Washington DC per trovare la divisione e la base operativa locale della JTF, la Casa Bianca, sotto l’attacco delle iene. Dopo aver respinto l’attacco, l’agente viene informato da Manny Ortega, controllore della divisione della città.

Ortega incarica l’Agente di lavorare con il collega agente Alani Kelso per assistere gli insediamenti civili, liberare la città e ripristinare la rete SHD.

Gameplay The Division 2

Giocato da una prospettiva in terza persona, il gioco è un TPS con un massimo di quattro giocatori in grado di cooperare nelle missioni. Il gioco si svolge a Washington DC sette mesi dopo il suo predecessore, in cui scoppia una guerra civile tra sopravvissuti e bande malvagie di predoni.

All’inizio del gioco, i giocatori creano il proprio agente di divisione personalizzando il genere e l’aspetto del personaggio.  Nel gioco, i giocatori sono dotati di diverse armi da fuoco, tra cui fucili d’assalto, fucili di precisione e fucili mitragliatori oltre ad un vasto assortimento di esplosivi come le granate. Queste armi sono classificate in diversi livelli e rarità

Inoltre, equipaggiare abbigliamento della stessa marca offre ai giocatori un piccolo aumento delle prestazioni. Man mano che i giocatori completano le missioni, ottengono bottini ed esperienza con i punti XP. Con abbastanza XP, salgono di livello e ottengono SHD Tech, una valuta per sbloccare nuove abilità. Ancora, i giocatori possono anche unirsi a un clan, con questi ultimi che possono contenere fino ad un massimo di 50 giocatori.

Le azioni dei singoli membri di un clan contribuiscono alla reputazione del team attribuendo punti XP, che possono essere utilizzati per aggiornare il clan, ottenendo ulteriori vantaggi di gioco.

Uno dei punti di forza del titolo è Washington DC, un vasto mondo aperto che i giocatori possono esplorare. I giocatori di The Division 2 possono reclutare personaggi non giocabili completando le missioni e fornendo rifornimenti a diversi insediamenti. Reclutarli sblocca nuove funzionalità, XP e schemi per il crafting, a cui è possibile accedere dalla base operativa, la Casa Bianca.

Il miglioramento degli insediamenti consente di includere più servizi e offre ai giocatori vantaggi di gioco come l’accesso alla scorta di equipaggiamento o il viaggio veloce.

Pro e contro del gioco

I pro del titolo sono:

  • Mappa del gioco vasta e “viva”
  • Divertente, in particolar modo in multiplayer
  • Ampia personalizzazione del personaggio

I contro sono:

  • Trama un po’ scialba
  • IA non elevata

The Division 2: commento finale

The Division 2 è un videogioco completo sotto diversi aspetti, prendendo tutti i punti di forza del suo predecessore, aggiungendo anche qualche innovazione. Da apprezzare la modalità cooperativa divertente ed avvincente. Delude la trama che viene definitivamente trascurata e che fa apparire il titolo Ubisoft come un capolavoro mancato.

Voto: 7,5/10

Bellux95

Bellux95

Grande appassionato di videogiochi da 10 anni ormai, cerco sempre di tenermi aggiornato sul mondo digitale. Stadia rappresenta una grande innovazione per me, il futuro del gaming e sono felice di poter scoprire insieme a voi le ultime novità al riguardo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per maggiori o per gestire il consenso Clicca qui.