Pagina FB
Gruppo FB

Recensione Star Wars Jedi: Fallen Order

Recensione Star Wars Jedi: Fallen Order

Il periodo di natale, almeno negli ultimi anni, è legato a Star Wars. Mamma Disney ci ha deliziato negli ultimi natali con una nuova saga e qualche spin-off.

Questo natale 2020 non vedrà nessun Star Wars sul grande schermo, anche se impazza sul piccolo schermo The Mandalorian… ma  grazie a Stadia abbiamo Fallen Order che, dopo più di un anno,  approda sulla piattaforma di cloud gaming di Google.

Trama Star Wars Jedi: Fallen Order

L’ex padawan Cal Kestis, a seguito dell’ordine 66, si nasconde su Bracca dove vive  e lavora come smantellatore di astronavi per l’impero da cui scappa. Un giorno, a causa di un incidente, è costretto a riesumare le sue abilità di Jedi con la forza, attirando su di se le attenzioni del grande impero galattico e delle sorelle, delle inquisitrici Sith che hanno il compito di far fuori ogni Jedi rimasto.

Parlando di tecnica

Graficamente il gioco si piazza tra i migliori esponenti del suo genere, con volti dei personaggi e animazioni realistici. Gli abbonati a Stadia PRO godranno inoltre del 4K a 60 fps.

In gioco le animazioni rimangano  realistiche e fluide. I nemici faranno movimenti e attacchi adatti al ruolo e alla mole del nemico, con assaltatori che preferiranno sparare da lontano, mentre animali e robot pesanti ci attaccheranno pesantemente da vicino. Cal, invece, ha movimenti fluidi e armoniosi, come un vero Jedi, e anche i combattimenti con le spade laser sono degni della saga prequel.

Il level design è ben fatto, crea l’atmosfera nel modo giusto, restituendoci una realistica sensazione del luogo, dandoci sensazioni diverse a seconda del trovarci in pianeti selvaggi, antiche tombe o basi super tecnologiche.

Unico difetto è la “labirintite” e il senso di smarrimento che questi livelli, causa scorciatoie e nuove strade sbloccabili, ci faranno soffrire, facendoci imprecare e perdere senso d’orientamento e pazienza. Anche se questo è stato fatto, in teoria, per spingere il giocatore a esplorare il mondo e trovare segreti nascosti, ma anche componenti estetiche e boss segreti.

Ogni segreto o ricordo che Cal potrà percepire daranno punti esperienza che, uniti, faranno crescere il nostro personaggio.

Punti esperienza? Ebbene si, benché questo sia un gioco action adventure ha la sua bella componente RPG, componente che oramai mettono anche nei giochi di basket.

Qui invece la personalizzazione è varia, dandoci la possibilità di sbloccare nuove mosse di combattimento o aumentare le nostre statistiche, le abilità legate alla forza (come spinta o corsa su parenti) si sbloccano semplicemente procedendo nell’avventura.

Ma dove il titolo primeggia è nel comparto audio. Qualsiasi traccia urla Star Wars ovunque. Da suoni di lightsaber a blasters, passando per boati di esplosioni al ringhiare di caccia stellari da guerra il tutto accompagnato da una musica, mai invadente, che ci ricorderà di essere in un titolo di Star Wars.

Screenshot Stadia di STAR WARS Jedi: Fallen Order™

Conclusioni

Star Wars Jedi: Fallen Order è un titolo che ogni fan della saga creata da George Lucas dovrebbe avere. Il gioco è ricco di riferimenti e personaggi che arrivano direttamente da film, fumetti, libri e serie animante, oltre ad essere un capitolo canonico, ambientato tra gli episodi III e IV.

I non fan della saga di Star Wars si troveranno davanti ad un ottimo gioco action adventure, con spruzzata di GDR, che offrirà ore di divertimento, esplorazione e combattimento.

Recensione di: Giuseppe Dimitri

Lascia un commento

Modalità di gioco
  • Giocatore singolo (129)
  • Multiplayer online (62)
  • CO-OP (46)
  • Competitiva (41)
  • Multiplayer locale (25)
  • Schermo diviso (7)