Telegram
Gruppo FB

Recensione Pac-Man Mega Tunnel Battle | Stadia

Recensione Pac-Man Mega Tunnel Battle | Stadia

Di certo un titolo del genere crea nella mente di chi lo legge delle aspettative davvero alte al riguardo e possiamo dire che in parte queste aspettative vengono soddisfatte. Infatti, Pac-Man Mega Tunnel Battle, è sì il classico arcade nato dall’incontro tra Toru Iwatani e il famoso piatto di pizza “incompleto”, ma è anche e un battle royale di tutto rispetto.


Esatto avete capito bene, Bandai-Namco, sviluppatore e proprietario del tanto famoso franchise, ha rilasciato nel Novembre del 2020 in esclusiva per Stadia il sopracitato titolo, al fine di dare una rinfrescata a questo capolavoro che ormai può vantare 40 anni di esistenza.

Gameplay di Pac-Man Mega Tunnel Battle

Il gameplay di questo nuovissimo Pac-Man è esattamente lo stesso di tutti i precedenti titoli, con l’unica differenza che a divorare pillole in simultanea, ognuno nel proprio dedalo, saranno ben 64 giocatori in sfida tra di loro per conquistare la prima posizione e dimostrare agli altri di essere il miglior giocatore di Pac-Man della lobby.


Vi sono due tipologie di gioco: la sfida a tempo e il più banale match ad eliminazione. In entrambe le modalità c’è la possibilità di invadere i labirinti confinanti nel momento in cui, per pochi secondi, si aprono i rispettivi varchi, con l’obbiettivo di eliminare gli avversari.


La prima delle due modalità, ovvero la sfida a tempo, propone una serie di sfide al giocatore da portare a termine, come ad esempio raggiungere un certo numero di punti, mangiare una determinata quantità di fantasmini o, semplicemente, invadere un tot di labirinti dei propri avversari. Tutti e 64 i giocatori si troveranno a dover affrontare ognuno le proprie sfide in simultanea e nonostante il gioco proponga degli obbiettivi da raggiungere, il fine ultimo rimane sempre cercare di evitare di perdere tutte e 3 le vite prima degli altri, in modo da rimanere l’ultimo giocatore in partita.


La seconda modalità, quella ad eliminazione, è la classica battle royal, avendo quindi come unico scopo quello di ostacolare gli altri giocatori cercando di eliminarli e aggiudicarsi la vittoria rimanendo “l’unico superstite”.


Al giocatore si presenteranno, in entrambe le modalità, una serie di bonus ogni tot di tempo, che possono variare dall’aumento di velocità del proprio avatar, al repellente per fantasmini, o al “campo magnetico” che li attira, probabilmente al fine di dare la possibilità di eliminarli sfruttando una sola “pillola energetica”.

Il gioco offre anche una modalità spettatore un po’ diversa dal solito, mettendo a disposizione dei giocatori che vengono eliminati un sondaggio lampo, mediante il quale decideranno quali di questi bonus spawnare nell’area in cui i concorrenti ancora in gara si stanno sfidando.


Non c’è una vera e propria differenza sostanziale tra le due modalità, se non il semplice fatto che forse la seconda ci da un’idea di competitività maggiore rispetto alla prima, anche se a dirla tutta, entrambe portano ben presto il giocatore a dimenticarsi di essere nel bel mezzo di una partita multiplayer, quasi come se la percezione fosse quella di giocare contro la IA del proprio dispositivo. Questo fattore probabilmente è dovuto dal fatto che il classico Pac-Man sia distante anni luce dalla più moderna concezione di battle royale, eliminando quasi del tutto l’interazione tra giocatori che probabilmente si voleva creare nel momento in cui si è pensato a sviluppare questo titolo.


Se temete di non essere pronti a scendere in campo ad affrontare le sfide o gli altri giocatori, non c’è nulla di cui preoccuparsi, Pac-Man Mega Tunnel Battle mette a vostra disposizione, nella schermata principale, un tutorial facoltativo, molto gradito e più che dettagliato, per istruirvi al meglio su ciò che bisogna fare per aggiudicarsi la vittoria.

Grafica

La grafica di questo titolo è rimasta quasi del tutto invariata rispetto al buon vecchio Pac-Man, dal quale ha ereditato la visuale 2D del dedalo più famoso del mondo videoludico, mantenendo la grafica in stile 8-bit, ma distinguendosi da quest’ultimo per le scelte cromatiche.

Infatti Pac-Man Mega Tunnel Battle è un tripudio di colori vivacissimi e molto graditi, senza però perdere il suo fascino old school.

Come gira su Stadia

Pac-Man Mega Tunnel Battle è un gioco sviluppato appositamente per Stadia, infatti si percepisce immediatamente la fluidità con cui questo titolo gira sulla piattaforma di Google. La velocità di rete non è un grosso problema per svagarsi tra i labirinti digitali proposti da questo titolo, in quanto non ha una grafica particolarmente definita a livello di risoluzione, e quindi questo fattore non andrà ad incidere molto sul traffico dati. Ragione per cui anche l’esperienza di gioco in streaming sarà esattamente la stessa dei predecessori del sopracitato videogioco, sviluppati per console o PC.

Pro

  • Divertente e colorato
  • Ampia possibilità di personalizzazione dell’avatar

Contro

  • Tende ad essere ripetitivo
  • Si ha poca percezione di giocare in multiplayer
  • Non particolarmente diverso dai vari Pac-Man

Conclusioni

Si tratta sicuramente di un buon tentativo di ringiovanire il famoso arcade con il quale siamo cresciuti un po’ tutti quanti, cercando di unire un videogioco del secolo scorso (ebbene sì, stiamo invecchiando troppo in fretta) con una modalità di gioco moderna e alla portata di tutti. Probabilmente questo mix non è riuscito esattamente come gli sviluppatori potevano aspettarsi, non c’è molta interazione tra i vari giocatori e si ha quasi la sensazione di giocare in single player, con l’inevitabile conseguenza di annoiarsi precocemente di questo titolo.

Per guardare il trailer di Pac-Man Mega Tunnel Battle ti invito a cliccare sul seguente link: https://www.g-stadia.it/giochi/pac-man-mega-tunnel-battle

Voto: 6/10


Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments