Telegram
Gruppo FB

Recensione L’Era Glaciale: La strampalata avventura di Scrat

Recensione L’Era Glaciale: La strampalata avventura di Scrat

Finalmente, con l’aggiunta dei nuovi titoli Outright Games, anche su Stadia ha visto la luce uno tra i brand d’animazione più amati dai piccini: L’era Glaciale.
Inutile parlarvi della serie di Blue Sky Studio che ha spopolato negli ultimi 20 anni grazie ai suoi 5 film, 7 cortometraggi e altrettanti videogiochi quindi ci focalizzeremo subito sul nuovo titolo atterrato nell’afosa agosto sulla nostra amata piattaforma di cloud gaming.

“L’Era Glaciale: La strampalata avventura di Scrat”, come il titolo suggerisce, ci metterà nei panni di uno tra i personaggi più amati di sempre: Scrat, il simpatico e ostinato scoiattolo, continuamente alle prese con la sua amata ghianda e le disavventure per cercare di metterla in salvo.

Quale sarà l’obiettivo del gioco?

Attraverseremo quattro classiche ambientazioni dell’Era Gliaciale, a loro volta composte da altrettanti livelli, alla ricerca delle ghiande di cristallo che ci consentiranno, non solo di acquisire nuove abilità, ma anche di sbloccare il Tesoro celato all’interno del Tempio degli Scrattazzoni, ovvero una ghianda leggendaria.
Per fare questo dovremo affrontare svariate sfide e fronteggiare temibili nemici, tra i quali 4 famelici Boss appartenenti alla saga.

Gameplay

Il titolo è contraddistinto da sezioni platform 3d con visuale in terza persona con un gameplay piuttosto lineare dove si avranno a disposizione un subset minimale di azioni quali salto, attacco, lancio pietra ed usa abilità. In questo ricorda molto quelli che sono stati i classiconi del genere come Croc e Spyro anche se a differenza di essi la difficoltà non è mai estrema. Allo stesso modo i vari puzzle che vi si presenteranno davanti durante l’arco narrativo non richiederanno mai uno sforzo mentale eccessivo.
Gli scontri coi boss saranno molto suggestivi, soprattutto per i piccini, però non richiederanno abilità particolari per essere superati: nella maggior parte dei casi basterà limitarsi a schivare gli attacchi nemici.

Comparto tecnico

Definire la qualità di questo gioco soltanto ottima sarebbe un eufemismo: l’immagine è in 4k e nonostante ciò L’Era Glaciale gira costantemente a 60 fps a massima risoluzione. Abbiamo provato a testarlo a più riprese per tutta la durata della storia e non ha mai dato nessun tipo di problema.

PRO

  • Il gioco è bello e curato e il porting su Stadia eccezionale
  • La presenza di una narrativa profonda, ma allo stesso tempo scorrevole, insieme all’assoluta mancanza di tratti di una difficoltà atroce rende il gioco molto rilassante

CONTRO

  • La semplicità allo stesso modo potrebbe rappresentare un contro per i try-harder quindi giusto prenderne nota
  • Quando si è troppo vicini alle pareti la visuale manca di precisione rendendo difficili i movimenti.

Conclusioni

Sicuramente se su Stadia siete in cerca di un ottimo platformer 3d, la nuova avventura di Scrat si piazza ai primi posti e nonostante il prezzo, forse leggermente eccessivo, lo reputo un must-buy.

Il titolo è molto appagante dal punto di vista dell’azione nonostante non sia così difficile portarlo a termine, sia in termini di difficoltà, sia di tempo totale (5-7 ore). Mi sento di consigliarlo anche ad un pubblico più maturo oltre che ai piccini. Quindi che dire? Ben fatto Outright Games!

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments