Little Nightmares: riusciremo a sfuggire al nostro destino?

Little Nightmares: riusciremo a sfuggire al nostro destino?

Una bambina indifesa e la sua fuga per la salvezza da una realtà oscura e inquietante

Little Nightmares è un puzzle-platform con una ambientazione horror in grado di risvegliare in noi le paure della nostra infanzia.

Il Titolo sviluppato da Tarsier Studios e distribuito da Bandai Namco riuscirà a farci sentire piccoli e indifesi in un ambiente ostile e spietato dove la razionalità sembra essere stata completamente spazzata via.

Il Gioco

La Protagonista induscussa di Little Nightmares è una bambina di nome Six che, risvegliatasi dentro una valigia dopo aver sognato una donna in kimono, inizia la sua avventura verso la salvezza.

Avvolta in un impermeabile giallo si addentra in quelli che sembrano dei sotterranei bui e umidi, che scopriremo poi essere in realtà un assurdo Resort subacqueo. L’ambientazione è tetra e deprimente e intuiamo presto che in quel luogo i bambini vengono imprigionati per essere dati in pasto agli avidi ospiti del Resort.

Nei panni dell’astuta ma indifesa Six che ci troveremo ad affrontare pericoli di ogni tipo tra colonie di topi, viscide sanguisughe, morsi della fame e uno spietato Guardiano deforme.

Attraversando i vari livelli esploreremo l’intera strutture de Le Fauci dirigendoci verso un finale cinico ma coerente nella sua assurdità.

Una storia horror che dovremo più che altro intuire, vista l’assenza di dialoghi o sottotitoli ma in grado di rivelarsi comunque appagante .

Il Gameplay di Little Nightmares

Fondamentalmente il Titolo è un puzzle-platform da affrontare con un approccio principalmente Stealth e con qualche momento Action.

Il Gameplay che ne viene fuori è decisamente vario e mai ripetitivo ma di una semplicità banale. I comandi sono semplici e intuitivi mentre la natura a metà tra 2D e 3D della grafica risulta a volte un po’ frustrante, impedondoci di percepire con precisione la posizione degli oggetti nello spazio.

Comparto Tecnico

Sin dalle prime sequenze ci accorgiamo che, nonostante il design del gioco sia particolarmente ispirato e curato, la versione per Stadia soffre di una pesante e ingiustificata compressione video che rende le immagini scure praticamente prive di dettagli.

Anche le animazioni non sono sempre fluide come ci si aspetterebbe da un Titolo del genere e l’intelligenza artificiale dei nostri nemici è praticamente ai livelli di Pac-Man

Bella però la scelta di far risaltare il giallo dell’impermeabile di Six sugli sfondi scuri. Convincente anche la quasi assenza di un sottofondo musicale, dando spazio ai rumori ambientali curati, precisi e funzionali.

Come gira su Stadia

Little Nightmares su Stadia non se la cava male e tutto sommato gira bene. Peccato però per quella compressione video che in un titolo dalle tinte tipicamente Noir diventa veramente insopportabile.

Pro

  • Design particolarmente ispirato
  • Buona varietà del gameplay

Contro

  • Intelligenza artificiale troppo prevedibile
  • Comparto tecnico sotto tono

Voto

6,5/10

Conclusioni finali

Little Nightmares è un titolo dalle grandi potenzialità ma forse non sfruttate a dovere. Una buona narrazione a volte non basta per sopperire alle mancanze di un Comparto Tecnico troppo poco curato.

Zinzenberg#7988

Zinzenberg#7988

Videogiocatore da sempre, appassionato di tecnologia e in particolare di tutto l'ecosistema Google. Stadia è l'unione perfetta di tutte le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per maggiori o per gestire il consenso Clicca qui.