Abbiamo testato Stadia su diversi dispositivi, vediamo come è andata

Abbiamo testato Stadia su diversi dispositivi, vediamo come è andata

Diverso dispositivo, diversa esperienza?

A sei mesi dal lancio e con l’introduzione del piano gratuito Stadia sta iniziando finalmente a destare interesse anche tra i Gamer più scettici. L’esperienza videoludica con questa piattaforma, ormai lo sappiamo, è molto appagante sotto diversi punti di vista, a patto di avere una connessione veloce e stabile, e di giocare tramite Chromecast Ultra con il controller Stadia.

Molti però si chiedono se coloro che, non avendo sottoscritto un Abbonamento Pro ed essendo costretti ad utilizzare dispositivi alternativi come un PC o uno Smartphone, possano contare sulla stesso tipo di esperienza?

Beh, ce lo siamo chiesti anche noi e abbiamo fatto qualche Test. Vediamo come sono andati.

L’attrezzatura

A disposizione abbiamo:

  • Connessione FTTC da 200 mega piuttosto stabile e modem/router fornito dall’operatore telefonico con WIFI 5ghz
  • Chromecast Ultra collegata ad un televisore Philips LCD da 32”
  • Chromebook Acer 514
  • Pixel 4
  • Samsung S9 Plus
  • Notebook HP Envy 15 con Windows 10 e Linux Lite in dual boot
    • Intel Core i7-4510U con scheda grafica Intel HD 4400 (2 GHz, 4 MB di cache, 2 core)
    • 12 GB di SDRAM DDR3L a 1600 MHz (1 x 4 GB, 1 x 8 GB)
    • NVIDIA GeForce GTX 850M (4 GB di DDR3 dedicata)
    • SATA da 1 TB (5400 rpm)

Tutti i dispositivi sono aggiornati all’ultima versione disponibile quindi direi che possiamo cominciare.

Il Gioco

Come prima cosa ci serve un gioco che possa rendere bene anche su smartphone. Secondo noi il candidato ideale è GRID, senza elementi troppi piccoli da visualizzare ma abbastanza complesso da fornire le risposte che cerchiamo. Non disponendo di 4K e HDR su nessun dispositivo decidiamo di alleggerire il consumo di banda impostandolo dall’app come Equilibrato.

Chromecast Ultra

Premere semplicemente il pulsante centrale del controller e trovarsi in un attimo sulla griglia di partenza, diciamoci la verità, è sempre una bella sensazione. Stadia ci dice che la nostra connessione è Eccellente, bene, si parte! Come previsto tutto fila liscio. Le immagini sono fluide e non avvertiamo il minimo input lag o calo di frame rate. Sembra in tutto e per tutto di giocare su una console. In effetti questa è probabilmente la miglior esperienza possibile con la piattaforma Google ma in fondo ce lo aspettavamo quindi passiamo oltre.

Chromebook

Il passaggio è indolore, il controller come promesso funziona in modalità wireless anche su PC ed effettivamente ci ritroviamo nello stesso punto in cui ci eravamo fermati, ottimo! La connessione, secondo Google, è ancora eccellente quindi scendiamo in pista. Qui l’immagine sembra un po’ meno definita, ma ovviamente questo dipende dalla scarsa qualità del nostro monitor visto che la fluidità è perfetta e anche in questo caso non vi è traccia di input lag o artefatti grafici. Tutto sommato ci sembra di non notare differenze sostanziali tra Chromecast e Chromebook e decidiamo di terminare la famiglia Google con il piccolo Pixel. 

Pixel 4

Ora siamo costretti, ahimè, a collegare il controller via cavo. Qui la scelta di GRID si rivela azzeccata perché la giocabilità è eccellente e il display fa un figurone regalandoci un’immagine molto definita e con colori accesi. Zero input lag e fluidità al top. Poter giocare un titolo del genere su uno smartphone è qualcosa di davvero gratificante e impensabile prima dell’arrivo di Stadia.   

Samsung S9 Plus

S9 Plus è tra i dispositivi supportati direttamente da Stadia quindi tutto dovrebbe funzionare alla grande, e infatti…è proprio così! Stessa identica resa che sul Pixel anche se ad onor del vero lo splendido display del Samsung alza ancora l’asticella, e non di poco. La definizione è perfetta e i colori sono impressionanti. Sicuramente dal punto di vista visivo il migliore tra i device testati, ma non usciamo dal seminato, a noi interessa l’esperienza videoludica e sino a qui non possiamo che promuovere tutti a pieni voti.

Notebook Windows

La prima sorpresa ci arriva proprio da Windows. Poche curve e ci troviamo fuori strada senza sapere perché. Appena rientrati in pista l’audio comincia a scattare e il frame rate a traballare, per fortuna non abbiamo input lag anche se ce lo saremmo aspettato. Una verifica della connessione è d’obbligo, ma Stadia ci rassicura che la qualità è ancora Eccellente. Eppure qualcosa non va. Riusciamo a terminare la gara a fatica, in ultima posizione ovviamente. Siamo al limite della giocabilità, potremmo approfondire e cercare qualche soluzione ma questo è un confronto alla pari, quindi niente scuse, si passa al prossimo.

Notebook Linux

Qui sapevamo che avremmo potuto incontrare qualche grattacapo perché sui social si parla spesso di problemi legati all’utilizzo di Chrome su Linux. Al contrario, al di là di qualche incertezza grafica e microlag la situazione appare sin da subito migliore rispetto a Windows. Non è certamente al livello del Chromebook ma quantomeno la giocabilità sembra esserci. 

Conclusioni

L’esperienza videoludica offerta da Stadia all’interno dell’ecosistema Google sembra aver raggiunto finalmente una qualità davvero elevata, al pari di quella che potremmo aspettarci da una console. Peccato non poter dire la stessa cosa per quanto riguarda l’utilizzo del servizio tramite PC.

Cercavamo risposte ed invece ci ritroviamo con un’altra domanda: e se il problema fossero i sistemi operativi e la loro gestione della rete e dei servizi in background?

Noi cercheremo di approfondire per trovare una risposta e magari una soluzione, intanto se vi va, fateci sapere cosa ne pensate nei commenti e se anche voi avete riscontrato lo stesso tipo di problema.

Zinzenberg#7988

Zinzenberg#7988

Videogiocatore da sempre, appassionato di tecnologia e in particolare di tutto l'ecosistema Google. Stadia è l'unione perfetta di tutte le mie passioni.

Un pensiero su “Abbiamo testato Stadia su diversi dispositivi, vediamo come è andata

  1. Bellissima recensione!!! Sicuramente di aiuto a chi come me ha avuto un esperienza negativa con il pc… Così preso dall’euforia dell’esperienza di stadia, decido di comprare il controller con il Chromecast ultra ed è cambiato tutto…. semplicemente Fantastico!!!
    Giocabilità superiore senza lag e soprattutto una resa incredibile visto da uno schermo di 55 pollici…
    Per il momento sono molto contento e soddisfatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per maggiori o per gestire il consenso Clicca qui.