x
Oppure registrati!
x
x

Secondo alcuni rumors GTA 6, che molto probabilmente dovrebbe essere annunciato il prossimo anno, per poi uscire nel 2021/2022, dovrebbe essere una delle eslusive di STADIA, oltre ovviamente a essere sempre presente per le consolle fisiche ( Playstation e Xbox ) e più tardi sviluppato anche per PC.

Rockstar Games è pronta quindi a collaborare con il nuovo progetto made by Google, sulla quale piattaforma dovrebbe essere presente anche Red Redemption 2.

Se Rockstar, come gira volce, annuncerà a breve questa interessante novità, sarebbe un bel colpo per Google Stadia, che si aggiudicherebbe uno dei giochi pià amati da sempre e che ormai i giocatori di tutto il mondo aspettando da moltissimo tempo!!



Come vi avevamo anticipato ieri sera, presso il Gamescom 2019, si è tenuto l'evento Stadia Connect.

L'evento si è focalizzato molto sui giochi che saranno disponibili alla data di uscita di Stadia (prevista per il mese di Novembre).

Inizialmente è stato ufficializzato CyberPunk 77, accompagnato da un nuovo trailer. Poi è toccato a Destiny 2 Shadowkeep, che sarà il primo titolo gratuito compreso nell'offerta Stadia PRO.  In seguito è arrivato il momento di Darksiders GenesisOrcs Must Die! 3 ( esclusivo per Stadia ), oltre a Samurai Showdown, DOOM Eternal, Supehot, Destroy All Human, Windjammers 2, Farming Simulator 19 Platinum Edition, Attack on Titan 2 Final Battle, Watch Dogs Legion, The Elder Scroll Online e Mortal Kombat 11.

Piano piano Stadia sta prendendo forma e sta facendo di tutto per stupirci, continuate a seguirci per rimanere aggiornati su tutte le novità e sui giochi che verrano presto ufficializzati.


Come riportato sul profilo Twitter ufficiale di Stadia, il 19 Agosto si terrà il secondo Stadia Connect e forse l'ultimo, prima dell'uscita ufficiale.

In questa occasione molto probabilmente verrà svelata la data ufficiale di lancio, oltre ad altri dettagli come i giochi disponibili e altre curiosità.
Restate sintonizzati sul nostro sito per rimanere aggiornati su tutte le notizie su Stadia.


Dopo le tante note positive in favore di Stadia, anche David Cage (Software House Quantic Dream), si è esposto parlando del nuovo servizio di Cloud Gaming offerto da Google, Stadia (che uscirà il prossimo Novembre).

Durante un'intervista a DualShockers ha parlato molto bene di Stadia e più in generale dell'avvento dei vari servizi di "Cloud Play" ( come lui definisce ), battezzandoli come una vera e propria rivoluzione nel mondo videoludico, sia per i giocatori che per gli sviluppatori.

Un aspetto molto importante è che con questa nuova concezione di Gaming, come dice appunto David Cage, gli sviluppatori dovranno concentrarsi a sviluppare i giochi solamente per una sola piattaforma ( non come adesso che un gioco va prodotto per varie consolle ), potendo destinare quindi maggiori risorse economiche alla qualità del gioco, anzichè alla compatibilità come avviene tutt'oggi.

David spera inoltre che la Epic Games un giorno possa avere la propria piattaforma di Cloud Play, aprendo così a una forte e larga concorrenza su questo nuovo mercato.

Venendo ai dubbi su questo nuovo modello David Cage si sofferma sull'incognita sulla divisione dei proventi generati da queste piattaforme.


A quanto pare l'idea di Google per Stadia è renderlo disponibile per tutti i dispositivi che abbiano accesso a YouTube.

Già durante le prime fasi di progettazione, gli ingegneri di Google, pensarono di sfruttare il loro servizio YouTube come base per Stadia.. avendo già una piattaforma di streaming che riesce a servire miliardi di utenti in tutto il mondo.

Oggi, la piattaforma di cloud gaming, che si trova nelle fasi finali di sviluppo, si affida al trasferimento delle attività di elaborazione e elaborazione grafica dal dispositivo di un utente a data center che potrebbero essere a molte miglia di distanza dal lettore. Quando il servizio verrà lanciato, verso Novembre, i clienti potranno iniziare quasi immediatamente a giocare su Stadia lanciando un semplice programma client che funziona su Chromecast, Chromebook, PC e smartphone. 

"La nostra visione è quella di avere Stadia disponibile su tutti i dispositivi che trasmettono in streaming YouTube, un vero servizio indipendente dalla piattaforma", afferma  Majd Bakar , vicepresidente dell'ingegneria di Stadia. 

È più facile a dirsi che a farsi perché il cloud gaming  ha requisiti tecnici più severi rispetto ai video in streaming. I servizi di streaming video come YouTube e Netflix devono solo fornire video su richiesta quando una persona preme play. I servizi di streaming video non devono gestire un'esperienza di gioco interattiva dal vivo che include anche feedback dai controlli di un giocatore. Con  Stadia, il dispositivo di un utente  deve eseguire una piccola quantità di elaborazione aggiuntiva per gestire questi input. 


Oggi ci troviamo ad analizzare il comparto Audio di Stadia, grazie ad un interessante studio LesNumeriques. Il primo test è stato...
Oggi vogliamo parlarvi di WindJammers 2, il sequel del famoso gioco che si trovava nei cabinati da bar che montavano...
Football Manager 2020 è un titolo che appartiene alla storica saga manageriale. Il gioco è disponibile anche su Google Stadia...
Un'altra ottima notizia per gli appassionati di videogiochi e per chi è già in possesso di un abbonamento a Google...
Se avete già acquistato Stadia avrete notato che era possibile acquistare o riscattare i giochi gratuiti di Dicembre solamente dall'applicazione...
© 2019 G-Stadia.it. All Rights Reserved.