Vi avevamo anticipato nei giorni precedenti che probabilmente ci saranno diverse tipologie di abbonamento a Google Stadia.
Oggi giungono però nuove notizie dall'analista di IDC Lewis Ward, che ha azzardato delle previsioni su quali potrebbero essere i costri del servizio.

Al momento del lancio ipotizza una gamma di circa 500 giochi, fruibili mediante un abbonamento un abbonamento che avrà un costo di circa 15$; ogni mese inoltre dovrebbero venire aggiunti più o meno 50 nuovi giochi.

Un prezzo accessibile a tutti e che non si discosta molto dagli altri servizi, come Playstation Now di Sony che è, da listino, di 20$ mensili.

Come vi avevamo accennato nei precedenti articoli Google Stadia ,la nuova piattaforma di game streaming, non necessiterà di una consolle e non sarà necessario avere un Joystick originale Google.

Sebbene siano compatibili molti controller di altri brand (come vedrete nel resto dell'articolo è reso ufficiale che l'Xbox Adaptibe Controller sarà supportato), quello ufficiale avrà 2 tasti dedicati molto interessanti: il primo effettuerà uno screenshot della schermata di gioco, mentre il secondo farà partire una diretta automatica sul proprio canale YouTube.

La lista dei Joystick compatibili sarà molto vasta, ma in questi giorni come vi abbiamo accennato è trapelata una notizia molto importante: il joystick di casa Microsoft Xbox Adaptive Controller sarà compatibile!!

vm18Un'altra breve notizia riguardante Google Stadia quest'oggi!

Il vicepresidente Harrison ha infatti dichiarato al GDC 2019 che sulla nuova piattaforma Stadia non saranno disponibili contenuti per soli adulti.

La società adotterà i sistemi di classificazione PEGI e ESRB e saranno quindi  vietati titoli a sfondo pornografico.

 

Come ha affermato Phil Harrison al GDC Google punta molto al suo progetto Stadia e pensa che sia fondamentale avere dei giochi in esclusiva per la sua piattaforma.

Ancora non sappiamo i titoli che saranno riservati ai clienti Google Stadia, per questo bisognerà molto probabilmente aspettare i mesi estivi.. per il momento vi riportiamo le parole di Harrison:

“E’ stata una discussione che ho avuto con Google prima di entrare nella compagnia. Il mio punto di vista è che per potere illustrare le capacità della piattaforma dobbiamo progettare da soli i nostri giochi. Dobbiamo sviluppare delle esperienze esclusive e questo è una direzione strategica, fondamentale da percorrere”.

Se vi domandate quale sarà il prezzo per poter giocare tramite Google Stadia siete nel posto giusto, anche se la domanda è abbastanza vaga.

Come ormai è noto Google Stadia non è una consolle, ma una piattaforma di streaming. Questa infatti si appoggerà a YouTube, sul quale potremo cercare il titolo che più ci piace per poter giocare con un semplice click, senza bisogno di scaricare il gioco e senza bisogno quindi di installazione.

Sarà una sorta di Netflix per il Gaming, quindi molto probabilmente non ci sarà un prezzo fisso ( come ha ipotizzato il CEO di Ubisoft che collabora con Google da diversi anni ). Il prezzo potrebbe variare a seconda delle esigenze dell'utente e rivoluzionare davvero il mondo dei videogiochi.