Come ha affermato Phil Harrison al GDC Google punta molto al suo progetto Stadia e pensa che sia fondamentale avere dei giochi in esclusiva per la sua piattaforma.

Ancora non sappiamo i titoli che saranno riservati ai clienti Google Stadia, per questo bisognerà molto probabilmente aspettare i mesi estivi.. per il momento vi riportiamo le parole di Harrison:

“E’ stata una discussione che ho avuto con Google prima di entrare nella compagnia. Il mio punto di vista è che per potere illustrare le capacità della piattaforma dobbiamo progettare da soli i nostri giochi. Dobbiamo sviluppare delle esperienze esclusive e questo è una direzione strategica, fondamentale da percorrere”.

vm18Un'altra breve notizia riguardante Google Stadia quest'oggi!

Il vicepresidente Harrison ha infatti dichiarato al GDC 2019 che sulla nuova piattaforma Stadia non saranno disponibili contenuti per soli adulti.

La società adotterà i sistemi di classificazione PEGI e ESRB e saranno quindi  vietati titoli a sfondo pornografico.

 

Purtroppo è ancora troppo presto per conoscere quali saranno i titoli disponibili col nuovo servizio Google Stadia.

Il primo gioco disponibile dovrebbe essere comunque Assasin's Creed Odissey, l'unico mostrato durante la presentazione al GDC 2019. Inoltre il CEO di Ubisoft ha dichiarato che stanno collaborando da 6 anni con Google per il progetto Stadia, quindi probabilmente vedremo sbarcare sulla nuova piattaforma anche altri titoli di Ubisoft, come The Division 2.

Al momento non abbiamo altre informazioni, ma restate sintonizzati che ogni giorno ci impegneremo per fornirvi tutte le informazioni su questo nuovo servzio, che dalle premesse sembra davvero un'innovazione fantastica

Se vi domandate quale sarà il prezzo per poter giocare tramite Google Stadia siete nel posto giusto, anche se la domanda è abbastanza vaga.

Come ormai è noto Google Stadia non è una consolle, ma una piattaforma di streaming. Questa infatti si appoggerà a YouTube, sul quale potremo cercare il titolo che più ci piace per poter giocare con un semplice click, senza bisogno di scaricare il gioco e senza bisogno quindi di installazione.

Sarà una sorta di Netflix per il Gaming, quindi molto probabilmente non ci sarà un prezzo fisso ( come ha ipotizzato il CEO di Ubisoft che collabora con Google da diversi anni ). Il prezzo potrebbe variare a seconda delle esigenze dell'utente e rivoluzionare davvero il mondo dei videogiochi.

Dopo la presentazione di Google Stadia al GDC 2019 si registrano importanti cali delle azioni di Sony e Nintendo.

Mercoledì, il giorno successivo all'annuncio di Google Stadia, le azioni di Sony sono calate del 4,6% mentre quelle di Sony del 4,5%.

Potrebbe essere un brutto colpo per le future Xbox e Playstation la mossa di Google, che potrebbe dar vita ad una fine graduale delle amate consolle, per far spazio a questa nuova visione del Gaming, che sfrutta appunto lo streaming dei giochi, senza nemmeno la necessità di doverli scaricare.